Sito Web Professionale. Ecco le specifiche per creare un Sito Web.

Condividi
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Sito Web Professionale? Ecco le specifiche per creare un Sito Web. Scopriamo quali sono gli step necessari e il loro valore per importanza e necessità.
Cosa troverai in questo articolo
Non c’è ombra di dubbio che questo 2020 abbia portato, e porterà, notevoli cambiamenti sia da un punto di vista sociale che economico e lavorativo. Lo “smart working” è solo uno dei cambiamenti che stanno modificando le dinamiche operative. Diventa quindi fondamentale attivare una nuova linea di pensiero anche e soprattutto per quanto riguarda creare un Sito Web. Un Sito Web Professionale diventa, come mai prima d’ora, fondamentale strumento per ogni Brand sulla rete, un investimento obbligato per stare al passo con i tempi e per non perdere terreno sui propri competitors. Nuovo o restyling, anche il tuo deve adeguarsi; vediamo come fare con una sintetica ma esaustiva guida. Il consiglio, comunque, è sempre quello di affidarti ad un professionista competente.

Cos’è un Sito Web Professionale?

Prima di addentrarci all’interno delle procedure necessarie per creare un Sito Web, bisogna che sia ben chiaro il concetto di Sito Web Professionale. Sappiamo tutti cosa sia un Sito Web ma, pochi sanno che per essere ritenuto davvero professionale, lo stesso debba rispondere a parecchie specifiche tecniche e pratiche. Tali specifiche rispondono alle regole globali che i colossi come Google stabiliscono forzosamente. Se anche una sola di queste pratiche viene avallata, allora, il cerchio non si chiude ed, a cascata, anche le altre perdono efficacia. Per questo motivo, non finirò mai di dirlo, è assolutamente necessario affidarsi a professionisti competenti; l’era del fai-da-te, del “mio cugino” e dei servizi a basso costo è finita da un bel pezzo.
In definitiva, un Sito Web Professionale è un investimento importante che deve avere un ROI (Return on investment) assicurato.

Le attività specifiche per creare un Sito Web Professionale.

Bene, abbiamo capito cos’è (spero :-)). Vediamo le attività specifiche che determinano la differenza tra un Sito Web inefficace ed uno professionale in ordine di esecuzione.

#01 Server/Hosting

La base di partenza per creare un Sito Web Professionale è senza dubbio quella che prevede la scelta e l’utilizzo di uno spazio fisico per lo stoccaggio dei file necessari. Vien chiamato servizio hosting e si appoggia su server altamente qualificati. Partire con un hosting performante e sicuro è molto importante non solo da un punto di vista dell’accessibilità e navigabilità di un Sito Web ma anche per la sua SEO. Evita, quindi, hosting a basso costo, improvvisati o gratuiti. Affidati solo ed esclusivamente a professionisti certificati, sicuri ed affermati come il numero uno italiano Keliweb.
CONSIGLIO: non badare a spese. Per un Sito Web competitivo ai massimi livelli ci vuole un hosting altamente professionale.

#02 Scelta del nome di dominio

Per nome di dominio s’intende il nome che assumerà il Sito Web in rete. Per prima cosa, in caso di un nuovo Sito Web e qualora fosse già deciso, devi verificarne la disponibilità. Puoi farlo attraverso gli strumenti che il fornitore dei servizi hosting ti mette a disposizione. Se, al contrario, non hai ancora deciso quale potrebbe essere il tuo dominio rappresentativo, le regole per trovarlo sono abbastanza semplici. Se il Brand ha un nome e il Sito sarà suo, allora il nome di dominio sarà il suo nome. Se, al contrario, stai creando un Sito Web “generico” allora ricordati di scegliere sempre un nome facile, corto, possibilmente senza trattini e, magari, che contenga la chiave di ricerca primaria per la tua personale strategia SEO.
CONSIGLIO: escludendo il discorso “Nome del Brand”, usa sempre nomi corti, evocativi e dal forte impatto mnemonico.

#03 CMS ed ambiente

Acquistato lo spazio necessario e registrato il nome di dominio desiderato, non rimane che iniziare la creazione vera e propria del Sito Web. Per facilitarne l’uso e la manutenzione, scegli un CMS (Content Management System) appropriato considerando che il numero uno è e rimane WordPress. Decisamente affidabile, costantemente migliorato e totalmente personalizzabile. L’ambiente su cui deve essere “montato” è quello dell’hosting scelto prima; in funzione di questo, dunque, accertati che sia ottimizzato per quel tipo di CMS.
CONSIGLIO: l’utilizzo di un CMS come WordPress permetterà un flusso di lavoro sempre accessibile e organizzato.

#04 Temi e plugin professionali

WordPress è il “contenitore” del tuo Sito Web ma, affinché diventi tale, devi installare ed usare un tema e alcuni plugin funzionali. Inutile dirti che scegliere temi gratuiti è assolutamente da evitare. Il Web è in costante evoluzione e, per questo, qualsiasi tipologia di software è passibile di aggiornamenti e correzioni che solo un prodotto professionale può garantirti. Non per ultima, la questione supporto. I problemi o le incompatibilità sono sempre dietro l’angolo e, quindi, affidati solo a chi ti garantisce un supporto professionale e costante. Per i plugin, o software di terze parti, il discorso è analogo ma variabile. Sicuramente, per certe funzionalità sono vivamente consigliati plugin professionali ma WordPress ha, a disposizione, un database enorme di applicazioni gratuite. Fra queste ve ne sono molte che si possono considerare di ottima fattura e che offrono comunque un costante aggiornamento.
CONSIGLIO: non esagerare con i plugin. Meno ne installi, meno il tuo Sito avrà problemi di velocità ed ottimizzazione.

#05 Personalizzazione grafica e contenuti

-“Ok, installo questo tema, questi plugin, creo due pagine e il Sito Web è pronto.“- Ecco, questo è un errore tanto grossolano quanto deleterio. Mai e dico MAI, usare le opzioni standard fornite con il CMS, tema e plugin soprattutto quando il Brand gode già di un’identità di stile. Un Sito Web Professionale, dunque, deve rispecchiare in toto il design del brand a cui appartiene e, per questo, occorre una perfetta e corretta personalizzazione si da un punto di vista grafico che strutturale. Per quanto riguarda i contenuti di un Sito Web è assolutamente consigliabile che siano sempre coerenti con il tuo business. Più sono aggiornati nel tempo, magari attraverso un blog, più Google riterrà il tuo Brand come molto attendibile e, quindi, lo spingerà in alto nel posizionamento della SERP.
CONSIGLIO: non sottovalutare mai l’impatto grafico di un Sito Web, soprattutto se è specchio di una Brand Identity già consolidata.

#06 Responsive

Con il termine Responsive o Mobile Friendly s’intende l’adattamento grafico e strutturale di un Sito Web su qualsiasi dispositivo elettronico che lo visualizza. Ci sono due fattori da tenere conto; il primo riguarda l’importanza di questa pratica soprattutto agli occhi di Google e soprattutto in ottica SEO che è sempre più direzionata verso una ricerca vocale su dispositivi mobili sfruttando le Chiavi di Ricerca a Coda Lunga (Long Tail Keywords). Il secondo fattore è che, oggi, qualsiasi tema professionale è già responsive. Tuttavia, anche in questo caso, il solo fatto che un tema sia già responsive non significa che il Sito Web sia davvero a posto. Occorre prestare molta attenzione e, senza dubbio, metterci mano manualmente.
CONSIGLIO: verifica attentamente layout, design ed eventuali problemi su qualsiasi dispositivo come smartphone, tablet e desktop. Tutto deve essere sempre perfettamente in ordine e senza errori.

#07 Ottimizzazione

Altro aspetto importante per quanto riguarda la professionalità di un Sito Web è quello inerente l’ottimizzazione del codice interno e dei suoi media. Soprattutto per Google e, quindi, per la SEO, un Sito Web ottimizzato e più che mai importante. I nuovi parametri Core Web Vitals di BigG infatti, dipendono da parecchi fattori quali appunto l’ottimizzazione del codice HTML, JS e CSS interno, dalla velocità di caricamento e dall’usabilità interattiva della pagina. Un Sito Web si ritiene ottimizzato quando diventa di Classe A. Puoi verificare lo stato di salute del tuo Sito Web attraverso strumenti online come GTmetrix e PageSpeed. Per l’ottimizzazione di un Sito Web esistono tecniche manuali che devono essere apportate nel file .htaccess oppure completamente automatizzate attraverso l’ausilio di un plugin professionale quale WP Rocket, trattamento delle immagini e dei media compreso.
CONSIGLIO: ottimizzare un Sito Web non è una pratica semplice ed è soggettiva. Non basta, quindi, il solo ausilio di un plugin; va testato e personalizzato sempre.

#08 Velocità di caricamento

Direttamente in relazione con il processo di ottimizzazione, per Google e per un ottimo posizionamento sui motori di ricerca, più un Sito Web è veloce più è ritenuto professionale ed autorevole (a patto che abbia contenuti autorevoli). L’ottimizzazione, tuttavia, non basta così come non basta WP Rocket. Ogni plugin che installi, genera chiamate a file javascript o CSS in tutto il tuo Sito Web anche dove non ve n’è bisogno. Ad esempio il classico Contact Form 7, noto plugin per la generazione di moduli di contatto; il plugin richiama file JS e CSS a prescindere dalla pagina in cui risiede il modulo. Questo, comporta un’ulteriore tempo per far caricare una qualsiasi pagina del Sito Web. Come risolvere la cosa? Semplicemente andando a togliere a mano, dalla coda di chiamata, i file richiesti e non necessari per poi farli caricare esclusivamente nella pagina dedicata. Oppure puoi usare un plugin freemium come Asset CleanUp Pro: Page Speed Booster.
CONSIGLIO: ora, più che mia, la velocità di caricamento è fattore di Ranking SEO molto importante e decisivo. Una volta ottimizzato il Sito, accertati che sia costantemente veloce.

#09 Sicurezza

Pratica estremamente sottovalutata. Iniziamo così … La sicurezza è più che fondamentale e viene assicurata tramite l’ausilio di appositi plugin e da pratiche manuali su codice e file. Oggi, purtroppo, non esiste un Sito Web che non vengaattaccatoquotidianamente da hacker più o meno professionisti. Sia esso un semplice Sito vetrina o un Sito Corporate, ogni giorno può e subisce attacchi di ogni genere. I motivi? Dal semplice divertimento personale fino a quelli più devastanti di furto dati, riscatto, spionaggio ecc. Ai massimi livelli, non c’è dubbio che per contrastare un Black Hat ci voglia tutta la competenza di un White Hat; sì, anche qui esistono Jedi e Sith 🙂 Tuttavia, è bene sempre organizzarsi e proteggersi al meglio. Lato server, il provider deve fornire soluzioni ottimali al fine di poter preservare una sicurezza elevata. Lato CMS, come detto, occorre installare un WAF (Web application firewall) completo che possa controllare e bloccare qualsiasi tentativo di accesso o infezione e che, al contempo, verifichi l’integrità dei file di sistema. Ti consiglio sicuramente Wordfence o Sucuri; la differenza fra i due è che il secondo si avvale di una tecnologia Cloud mentre il primo è on-page. Tuttavia, come dicevo, non è sufficiente. Occorrono anche skills manuali per modificare ad esempio l’area di login, l’hotlinking ecc. Qui a fianco il link alla guida (quasi) definitiva su come proteggersi.
CONSIGLIO: sarò ripetitivo ma, non sottovalutare mai la questione sicurezza. Se non hai risorse adeguate in casa, rivolgiti subito ad un professionista.

#10 GDPR

Attività obbligatoria per legge che, in questi ultimi anni, ha cambiato tutte le regole sulla Privacy Policy di un Sito Web, soprattutto per quelli che raccolgono e interagiscono con dati di utenti e Clienti. Le variabili in tal senso sono tante; stabilire quali applicazioni offre un Sito, la gestione dei cookies, il nuovo consenso a grappolo, leggi e consensi internazionali se si opera in California e/o Brasile ad esempio e molto altro. Mentre prima bastava un “ACCETTO“, ora la pratica è molto più articolata e complessa e, pertanto, è preferibile affidarsi al leader assoluto in tal senso: iubenda. iubenda, infatti, oltre a permettere una assoluta customizzazione del layout grafico, offre innumerevoli tools per la gestione della Privacy Policy e della Cookies Policy e, sempre, in costante aggiornamento.
CONSIGLIO: questa è un’attività delicata che deve essere fatta e deve essere fatta bene. La credibilità di un Sito Web passa anche da questa informativa.

#11 Web Analytics e Social

L’ultima attività da espletare in funzione di una creazione di un Sito Web Professionale è quella riguardante la sua analisi comportamentale sulla rete e sui Social. Per far questo occorre che il Sito Web sia correttamente indicizzato tramite il tool Google Search Console. Una volta verificato il dominio e l’indicizzazione, occorre tracciare il comportamento del Sito e degli suoi visitatori. Ci viene in aiuto Google Analytics che genera un codice ad hoc. Per i Social, avviene la stessa cosa, quindi occorre integrare correttamente il protocollo Open Graph per la condivisione e gli eventuali codici Pixel (come quello di Facebook) di tracciamento per la relativa analisi e compagne Ads. Senza questi tools non si potrebbero apportare miglioramenti e/o correzioni in termini Marketing.
CONSIGLIO: potrebbe essere complicato implementarle correttamente tutti questi codici sul Sito Web. La soluzione è una e si chiama Google TAG Manager. Gestisci tutto da li e implementa sul Sito solo un codice.

#12 SEO Organica

Ho messo la SEO alla dodicesima posizione ma, in realtà, è un’attività che si consolida ovunque e in più sezioni. Come ben sai, la SEO Organica si divide in SEO ON-SITE, SEO ON-PAGE e SEO OFF-SITE. Ecco, queste tre suddivisioni (ti rimando alla pagina che trovi a fianco per il loro significato) devono essere eseguite contemporaneamente ad altre viste in precedenza. Nella fattispecie, la SEO ON-SITE riguarda server e hosting e la SEO ON-PAGE il contenuto del Sito. Nel caso tu avessi già un Sito Web e stessi pensando ad un restyling, ti consiglio SEO AUTO-CHECK, il tool che ho sviluppato per permetterti di capire, migliorare e gestire lo stato di salute della tua SEO.
CONSIGLIO: migliore sarà la tua SEO Organica, più il tuo Sito sarà ritenuto competente, autorevole e, quindi, meglio posizionato.

Le valenza critica delle attività specifiche.

Abbiamo visto 12 attività specifiche da espletare per creare un Sito Web Professionale. Tuttavia, anche se tutte assolutamente fondamentali considerando l’obiettivo finale, ve ne sono alcune che hanno molta più importanza per valenza critica.

Attività

Criticità

Server/Hosting ∥∥∥∥∥∥∥
Scelta del nome di dominio
CMS ed ambiente ∥∥∥∥∥∥
Temi e plugin professionali ∥∥∥∥∥
Personalizzazione grafica e contenuti ∥∥∥∥
Responsive ∥∥∥∥∥∥∥∥∥∥
Ottimizzazione ∥∥∥∥∥∥∥∥∥
Velocità di caricamento ∥∥∥∥∥∥∥∥
Sicurezza ∥∥∥∥∥∥∥∥∥∥∥∥
GDPR ∥∥
Web Analytics e Social ∥∥∥
SEO Organica ∥∥∥∥∥∥∥∥∥∥∥

Conclusioni

Per quanto attendibile, quanto visto sopra, è comunque da ritenersi un sunto dell’attività che un professionista deve offrire al Brand per la creazione di un Sito Web Professionale. Queste linee guida possono esserti d’aiuto nel caso tu abbia già qualche skill in materia o nel caso tu abbia già una Web Unit interna alla tua azienda. Ma, nel caso, se hai bisogno di una consulenza, di rivedere la tua strategia o non sai come fare, chiamami o scrivimi che facciamo due chiacchiere 👍
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Gian Luca Partengo

Gian Luca Partengo

Professionista del Web e del Marketing da oltre 20 anni. Ha lavorato per importanti Agenzie e Aziende italiane e ha creato e seguito passo a passo il Brand di numerosi Clienti. Oggi sviluppa progetti altamente professionali a partire da un'analisi sullo stato di salute di un Sito Web e della sua SEO Organica, fornendo anche consulenza a privati e aziende.

Potrebbero Interessarti anche ...

Partners

BRiDWEB ringrazia e suggerisce …

Get in Touch

Ci sono molti modi per iniziare una conoscenza o rimanere in contatto e BRiDWEB ti mette a disposizione i migliori: modulo di contatto, e-mail, WhatsApp o chiamata.
Scegli tu quale usare.
BRiDWEB | Brand Identity Web | Web Identity Professionale | Brand Identity Professionale

è il momento di far volare il tuo Sito Web.
Che ne dici, facciamo due chiacchiere?