Facebook noscript Pixel

Siti Web Professionali WordPress e non. Topic Research di 50 domande

Siti Web Professionali WordPress e non. Topic Research e analisi di 50 domande (ricerche) che gli utenti fanno maggiormente su Google.
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Categorie

Siti Web Professionali WordPress e non. Topic Research di 50 domande
Cosa troverai in questo articolo

Partiamo dal concetto di “long tail keywords” o, anche dette, chiavi di ricerca a coda lunga.

In un’epoca sempre più smart-and-phone, dove comandi e assistenti vocali spuntano come funghi, anche il modo di cercare su internet è decisamente mutato.

Non si parla più, quindi, di una ricerca testuale, corta e secca come potrebbe essere “pizzeria” ma, bensì, qualche cosa di molto più articolato come “Qual’è la migliore pizzeria di Torino?

In ottica SEO, capire questo, diventa fondamentale per qualsiasi Brand che, attraverso analisi strategiche di mercato e con l’ausilio di tools online come quelli offerti da SEMrush, può creare contenuti importanti e rispondere così, alle esigenze degli utenti … potenziali Clienti.

Topic Research di SEMrush, appunto, ci può aiutare in questa attività e, infatti, questo articolo riporta le 50 domande (o ricerche) che gli utenti fanno o hanno fatto maggiormente per quanto riguarda l’argomento Siti Web Professionali WordPress, e quelli a lui correlati.

Per certi aspetti curiose e per altri scontate, cercherò di rispondere in modo esaustivo e professionale.

Topic Research di 50 domande (ricerche)

Per una lettura più lineare, sono state ordinate alfabeticamente ma suddivise in 4 blocchi distinti:

  • Siti Web: (domande generiche a proposito di un Sito Web);
  • WordPress: (domande sul noto CMS);
  • Blog: (domande su come fare un Blog);
  • SEO: (domande su come fare SEO).

Buona lettura … 🙂

Siti Web

#01 | Come creo un file robots.txt?
#02 | Come dovrebbe essere una sitemap ideale?
#03 | Come mai i Siti Web fatti in Flash sono spariti?
#04 | Come posso aprire un Sito Web?
#05 | Come posso creare un Sito Web Professionale?
#06 | Come posso fare un Sito Web senza spendere molto?
#07 | Come promuovere un Sito Web?
#08 | Come si fa a sapere quanti visitatori ha un Sito Web?
#09 | Come si può migliorare la velocità di un Sito Web?
#10 | Dove dovrei iniziare con il Web Marketing?
#11 | È possibile creare un Sito Internet gratis da se?
#12 | La maggior parte dei Siti Web utilizza un CMS?
#13 | Ogni azienda ha bisogno di un Sito Web?
#14 | Ogni Sito Web ha una sitemap?
#15 | Per creare un sito basta conoscere HTML e CSS?
#16 | Qual è il costo minimo per creare un Sito Web?
#17 | Qual è il miglior editor per Siti Web?
#18 | Qual è il miglior hosting economico per Siti Web?
#19 | Qual è il migliore hosting per Siti Web?
#20 | Quali software consigliate per lo Sviluppo Web?
#21 | Quanto chiedere ad un’azienda per la creazione di un Sito Web?
#22 | Quanto costa aprire un Sito Web?
#23 | Quanto costa far programmare un Sito Internet?

WordPress

#24 | A che cosa serve il Sito Web WordPress?
#25 | Che tipi di Siti Web si possono creare con Elementor?
#26 | Come creare un menu di navigazione su WordPress?
#27 | Come posso imparare a creare Siti Web con WordPress?
#28 | Come si fa a rendere veloce un Sito in WordPress?
#29 | Cos’è Elementor e perché dovrei usarlo su WordPress?
#30 | Cos’è WordPress? Qual è il modo migliore di usarlo?
#31 | È meglio Webflow o WordPress per creare Siti Web?
#32 | Perché usare WordPress?
#33 | Qual’è il miglior hosting di WordPress?
#34 | Qual’è il migliore tra WordPress e Wix?
#35 | Qual’è il procedimento per creare un Sito WordPress?
#36 | Quali sono i migliori temi per WordPress?
#37 | Quali sono i tuoi plugin di WordPress preferiti?
#38 | Quali sono le differenze tra Wix e WordPress.org?
#39 | Quali sono le migliori alternative a WordPress?
#40 | Quanto costa un Sito WooCommerce?

Blog

#41 | Come posso aumentare la popolarità del mio Blog?
#42 | Come posso creare un Blog?
#43 | Come posso migliorare il mio Blog?
#44 | Come si traccia il traffico del proprio Blog?
#45 | Si può creare un Blog professionale con 10€?

SEO

#46 | Come ottimizzare le immagini per Google e la SEO?
#47 | Come posso migliorare la SEO del mio Sito Web?
#48 | Meglio SEOZoom o SEMrush?
#49 | Quali sono i primi step per fare SEO su WordPress?
#50 | Quali sono gli strumenti per verificare la SEO?

Topic Research: 23 domande (ricerche) su … Siti Web

#01 | Come creo un file robots.txt❓

A livello SEO Organica, la creazione e l’inserimento del file robots.txt all’interno della directory principale del nostro Sito Web è un’attività molto importante.

Questo file è stato progettato per aiutare gli spider (robot) dei motori di ricerca durante la loro scansione di un Sito Web.

Al suo interno, vengono inserite chiare e precise istruzioni per permettere o meno, l’accesso agli elementi del Sito: file o cartelle. Ad esempio:

User-agent: *
Disallow: /wp-admin/
Allow: /wp-admin/admin-ajax.php

✅  Come si genera? Può essere creato manualmente, previa conoscenza delle istruzioni da inserire, oppure tramite l’ausilio di plugin professionali come Yoast. Ti suggerisco di leggere l’articolo The ultimate guide to robots.txt e anche quello relativo al file humans.txt, sua controparte umana.

#02 | Come dovrebbe essere una Sitemap ideale❓

Di primo acchito, la risposta più ovvia è senza dubbio -“completa“- ma, purtroppo, non sempre è così.

La Sitemap non è null’altro che un file html contenente le informazioni (mappa) di un Sito Web. La versione XML è stata il suo naturale update, poi acquisita e usata dai colossi come Google, Yahoo, Bing ecc.

Può e deve includere, nel dettaglio, pagine, articoli, video e qualsiasi altro file o post-type che risiede sul Sito Web così come le loro relazioni, la frequenza e le date di aggiornamento e, nel caso, le versioni in altre lingue.

Più è completo e dettagliato è, meglio servirà ai motori di ricerca per indicizzare correttamente il tuo Sito Web.

La struttura XML è abbastanza semplice da implementare a mano; puoi vedere un esempio di seguito:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>

<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9">

   <url>

      <loc>http://www.example.com/</loc>

      <lastmod>2005-01-01</lastmod>

      <changefreq>monthly</changefreq>

      <priority>0.8</priority>

   </url>

</urlset>

Ricorda che, anche se a volte e a causa degli algoritmi di Google la Sitemap non viene scansionata completamente, averla è sempre un vantaggio. Il contrario è del tutto penalizzante.

✅  Quindi fai attenzione a indicare nel modo più corretto ed esaustivo possibile, tutto ciò che vuoi indicizzare, soprattutto se il tuo Sito Web è di grandi dimensioni.

#03 | Come mai i Siti Web fatti in Flash sono spariti❓

Adobe Flash (prima Macromedia Flash) è una tecnologia comparsa alla fine degli anni 90, attraverso la quale si potevano creare “dinamicitàvisive all’interno di un Sito Web statico in HTML.

Prevalentemente per animazioni vettoriali ma anche per inserimento di audio e video, la sua programmazione avanzata richiedeva l’uso di codice chiamato ActionScript.

Piccole animazioni ma anche interi Siti Web sono stati realizzati con questa tecnologia nonostante le problematiche relative allo scansionamento dei link interni; infatti, Adobe stessa, ne ha dichiarato la cessazione totale , il 31 dicembre 2020.

✅  Perché, quindi, Adobe Flash sta scomparendo? Semplicemente perché, in primo luogo non permette la gestione della SEO e quindi una corretta indicizzazione di un Sito Web ma anche e soprattutto per il suo eccessivo consumo di risorse hardware e per la sua vulnerabilità infinita (malware, violazione della privacy, ecc). Se proprio devi … usa HTML5 😉

#04 | Come posso aprire un Sito Web❓

Niente di più facile .. per chiunque.

La discriminante, tuttavia, è sempre quella relativa all’obiettivo prefissato ed alla domanda iniziale.

Perché dovresti aprire un Sito Web?

  • Tanto per esserci;
  • Perché ce l’hanno tutti;
  • Per provare;
  • Per business;
  • Boh ..

Fermo restando che “fare tanto per esserci” in qualsiasi caso è una pratica altamente sbagliata, dovresti sempre e comunque ragionare in ottica di un prodotto professionale e non home-made o … fatto in casa.

Detto questo, i passi da fare per aprire un Sito Web sono i seguenti:

  • Acquisto spazio web (hosting).
    Keliweb Hosting WordPress performante: 149€/anno.
  • Scelta e registrazione di un dominio (nome del sito/brand).
    Incluso nel piano hosting precedente.
  • Installazione di un CMS a scelta (suggerisco WordPress).
    Gratuito.
  • Installazione di un tema e dei plugin necessari.
    Premium (dai 30€ ai 60€).

✅  Come vedi ci vuole davvero poco per aprire un Sito Web, molto di più per renderlo professionale ed autorevole a livello di contenuti e SEO … ma questa è altra storia.

#05 | Come posso creare un Sito Web Professionale❓

Ecco, questo punto si può tranquillamente allacciare al precedente. Un conto, come detto, è aprire e/o realizzare un Sito Web un altro è crearne uno altamente professionale.

La realizzazione di Siti Web Professionali richiede non solo molta tecnica ma anche passione e conoscenza.

Lo sviluppo richiede competenze legate al problem solving sempre attuale in questo ambito. Poi ci sono le questioni contenuti autorevoli, SEO, mobile friendly e marketing.

✅  Insomma, molte attività, tante figure professionali e parecchie soluzioni. A tal proposito ti invito a contattarmi per una consulenza gratuita e, nel frattempo, ti suggerisco due articoli che, penso, possano esserti d’aiuto:

#06 | Come posso fare un Sito Web senza spendere molto❓

Premessa: questa risposta non conta se tu non conosci la differenza tra un Sito Web e un Sito Web Professionale o, semplicemente, non hai interesse per crearne uno davvero performante.

Ciò detto … aggiungendo l’aggettivo “professionale” (appunto), la risposta breve che mi sento di darti è: NON PUOI!

Un Sito Web è e deve essere visto come un investimento importante atto ad accrescere la Brand Awarness di un’Azienda.

Tuttavia, e purtroppo, esistono soluzioni “facili” e sono quelle offerte da piattaforme come Wix, Jimdo, Adobe Portfolio ecc. che permettono, a chi ha necessità di un semplice Sito Vetrina, di implementarlo gratuitamente i pochi click.

✅  Tutto vero, facili ed economici … certo. Tuttavia ti consiglio di fare molta attenzione a questo specchietto per le allodole, perché il costo che risparmi inizialmente, o te lo fanno recuperare loro in seguito oppure lo recuperi tu quando sarai costretto a chiamare un professionista per risolvere problemi o semplicemente migliorare il prodotto.

#07 | Come promuovere un Sito Web❓

Un megafono e il passaparola, sono sempre le tecniche migliori 🙂

Scherzi a parte, le attività marketing per promuovere un Sito Web sono davvero infinite.

Al netto di aver realizzato un Sito Web Professionale e, quindi, attuato anche una strategia SEO Organica perfetta, quello che puoi fare è sicuramente implementare una corretta attività Social, ma non solo.

Sfrutta la potenzialità di una campagna mail marketing (DEM), lo scambio di link, la stesura di Guest Post, le directory categorizzate ecc.

✅  Tutta questa pratica è definita come Web Marketing e fa parte di un Supporto Professionale all’interno di un progetto che vede la realizzazione di un Sito Web Professionale. Tuttavia, ricordati anche questa semplice attività: inserisci l’indirizzo del tuo Sito (URL) in ogni documento aziendale (Brand Identity), in ogni email e, se puoi, persino sulle fiancate della tua autovettura.

#08 | Come si fa a sapere quanti visitatori ha un Sito Web❓

Diciamo che le soluzioni possono essere due, una locale e una su server esterni.

Quella locale, su Siti Web WordPress, si chiama WP Statistics ed è un plugin gratuito e potente.

Offre numerose analisi e numerosi widget visualizzabili lato backend del proprio Sito Web. Ma questa, appunto, è una soluzione per Siti montati su CMS.

La soluzione su server esterni, valida per chiunque, è quella più conosciuta, quella standard utilizzata per la Web Analytics da qualsiasi Webmaster.

Sto naturalmente parlando di Google Analytics da implementare attraverso Google Tag Manager.

✅  Le soluzioni e le metriche a disposizione sono assolutamente tante, incredibili e potenti. In poche parole … se non hai Google Analytics, non hai il controllo del tuo Sito e, quindi, delle tue strategie marketing.

#09 | Come si può migliorare la velocità di un Sito Web❓

Intanto partiamo dal presupposto che un Sito Web non ottimizzato è un Sito Web penalizzato.

Sì, perché gli stessi algoritmi di Google controllano e verificano non solo l’attendibilità e la SEO di un Sito ma anche e soprattutto, velocità e sicurezza.

Ora, le pratiche per ottimizzare un Sito sono tante ma, in ottica di rapidità di esecuzione, servono accorgimenti ed attività su file, codici e struttura.

Nel caso di un Sito Web costruito su CMS, entrano in gioco strumenti come i plugin che generano una cache ottimizzata.

✅  La pratica legata all’ottimizzazione è talmente vasta che pensare di gestirla a colpi di codice senza l’ausilio di un software ad hoc … potrebbe essere la peggior scelta che tu possa fare. Pensa quindi al restyling WordPress del tuo Sito Web … e avrai vita (abbastanza) facile.

#10 | Dove dovrei iniziare con il Web Marketing❓

Dall’inizio, ovvero dalla realizzazione di un Sito Web Professionale che rispecchi le linee guida per una SEO corretta, per l’implementazione di contenuti validi ed autorevoli e per corrette strategie social.

Ciò detto, il Web Marketing è soprattutto analisi. Quindi, partendo dalle basi sopra elencate, dovresti cercare di sfruttare al massimo, strumenti come Google AnalyticsFacebook Business Manager, e SEMrush con il fine di capire specifiche e caratteristiche degli utenti del tuo Sito Web.

✅  Capito questo, studiare la giusta strategia, capire dove e come implementarla, non dico che sarà pratica semplice ma, sicuramente, più agevole per una perfetta attività di Web Marketing.

#11 | È possibile creare un Sito Internet gratis da se❓

L’home-made è pratica comune, soprattutto in tempi come questi. Tuttavia, in ottica di Sito Web Professionale, è altamente sconsigliata.

Ti lascio qui un articolo che potrebbe interessarti: Creare un Sito Web: Professionista vs Fai da Te

Analizzando la domanda, però, c’è qualche cosa che stona ancora di più, la parola GRATIS!

La risposta è: NO!

Al netto di sapere cosa fare da solo, dovrai sempre pagare un “affitto” di uno spazio fisico (hosting) e la imprescindibile registrazione di un dominio come www.nomeazienda.it.

Se, al contrario, sfrutti i servizi gratuiti come quelli offerti da Wix, Jimdo, Adobe Portfolio ecc … la risposta è NI e dipende sempre da quanta importanza dai o credi di dare al tuo Sito Web.

Wix, NON OFFRE un dominio di primo livello e, questo, è ALTAMENTE PENALIZZANTE per un Brand e per la sua SEO.

✅  Se vuoi un dominio di primo livello … paghi!! 😉 Quindi, torniamo la solito discorso … ciò che risparmi prima, lo paghi poi. Meglio, quindi, sfruttare da subito le competenze di un professionista e, quindi, realizzare un prodotto professionale e commerciale.

#12 | La maggior parte dei Siti Web utilizza un CMS❓

Secondo le statistiche del W3 Techs, il 40,7% dei Siti Web mondiali NON usa CMS (Content Management System).

Fra i restanti, il 37,7% è ad appannaggio di WordPress che nel mercato dei CMS occupa il 63,6%.

✅  Direi che, quindi, la risposta sia ovvia 🙂 La maggior parte dei Siti Web utilizza un CMS. Evviva WordPress!!

#13 | Ogni azienda ha bisogno di un Sito Web❓

Facciamo solo tre piccole considerazioni.

  • #01 – Il mondo sta diventando sempre più mobile;
  • #02 – Le ricerche semantiche sono sempre di più vocali;
  • #03 – Soluzioni o prodotti sono sempre di più cercati online.

✅  Che dici? 🙂 Credo siano più che sufficienti per capire che , ogni Brand deve essere online. Ma non solo … questo non significa creare un Sito Web e basta; significa anche essere in grado di farsi trovare. Solo esserci non basta più.

#14 | Ogni Sito Web ha una Sitemap❓

No, non è una cosa che viene generata automaticamente ma , ogni Sito Web deve avere una Sitemap.

Senza questa, la tua SEO partirebbe davvero male!

✅  Ti rimando alla domanda #02 | Come dovrebbe essere una Sitemap ideale? per capire come implementarla correttamente.

#15 | Per creare un sito basta conoscere HTML e CSS❓

Un Sito era ed è composto da:

  • Codice di base HTML (HyperText Markup Language);
  • Codice di stile CSS (Cascading Style Sheets);
  • Codice di scripting interpretato PHP o simili (per la creazione di pagine dinamiche);
  • Codice di scripting Javascript (per la creazione di applicazioni client/server).

Agli albori del Web, un Sito Web era realizzato semplicemente utilizzando codice HTML e design preparato su Photoshop e montato su tabelle. Se, tuttavia, volevi qualche cosa di dinamico, allora l’intervento di un programmatore era più che necessario.

Oggi le cose sono ben differenti.

A meno che tu non sia uno sviluppatore o che abbia particolari esigenze, strumenti come i CMS (Content Management System) permetto la creazione di un Sito Web senza (o quasi) dover scrivere una riga di codice.

✅  Sia chiaro, tutto questo vale per una sconsigliata ma possibile realizzazione home-made. Un Sito Web, anche se si appoggia su CMS, per essere Professionale, necessita sempre e comunque di correzioni, miglioramenti e customizzazioni ad hoc che possono riguardare non solo lo stile grafico (CSS) ma anche la sua dinamicità (PHP, JS). Quindi, la risposta è !

#16 | Qual è il costo minimo per creare un Sito Web❓

Caso A: non ti interessa avere un Sito Web Professionale, non hai neanche skills di base e ti appoggi su piattaforme come Wix, Jimdo, Adobe Portfolio ecc.
Costo: gratuito.
Vantaggi: tre click e sei online.
Penalizzazioni: dominio non proprietario, nessuna autorevolezza per il Brand, impostazioni di base per la SEO, appena chiedi una virgola in più, paghi!!

Caso B: non ti interessa avere un Sito Web Professionale ma hai qualche skills di base e usi CMS.
Costo: hosting di base (149€/anno) con registrazione dominio inclusa.
Vantaggi: completa autonomia, dominio proprietario, minima autorevolezza per il Brand.
Penalizzazioni: problem solving inesistente, impostazioni di base per la SEO, minima customizzazione!!

✅  Per tutto il resto … c’è BRiDWEB! 🙂

#17 | Qual è il miglior editor per Siti Web❓

Difficile, molto difficile da dare una risposta oggettiva.

Se e quando parliamo di Siti Web Professionali non montati su CMS, allora parliamo di prodotti figli di una programmazione a basso livello (quella che lavora duro per intenderci), quindi, Siti Web sviluppati da programmatori professionisti.

In quanto tali, hanno o possono avere preferenze soggettive, anche dipendenti, a volte, dal tipo di linguaggio usato.

Fra i migliori si annoverano:

  • Atom: software open source per lo sviluppo di UI e UX;
  • Brackets: una soluzione open source di Adobe facile e utilizzata su più piattaforme;
  • Dreamweaver: editor WYSIWYG per eccellenza di Adobe e molto altro.
  • Notepad ++: editor scritto in C ++ per migliorare prestazioni e dimensione del programma;
  • Sublime Text: editor premium molto ricco di funzionalità;
  • UltraEdit: editor premium con moltissime opzioni per i programmatori;
  • Visual Studio Code: editor Microsoft sviluppato per Windows, Mac e Linux.

✅  Come vedi, moltissime soluzioni ma lascia che ti dica una cosa … i veri developers possono usare anche TextEdit 😉

#18 | Qual è il miglior hosting economico per Siti Web❓

La risposta ovvia sarebbe … quello gratuito!!

C’è e si chiama Wix, Jimdo, Adobe Portfolio ecc. Tuttavia ti invito a leggere le risposte alle domande precedenti con la speranza che tu possa optare per altre soluzioni.

Detto questo, la scelta di un hosting fa parte di quelle importantissime attività legate alla creazione di un Sito Web Professionale ed alle corrette strategie SEO.

Un hosting non performante ed economico, non solo può creare danni al tuo Sito Web in fatto di ottimizzazione e velocità (quindi essere penalizzato anche a livello SEO) ma può essere anche un problema dal punto di vista della sicurezza.

Non hai idea di quanti attacchi ogni giorno, qualsiasi Sito Web subisca.

✅  Il mio consiglio, quindi, è sempre quello di affidarti a professionisti del settore ma, nel caso, lascia che ti dia un consiglio, non lesinare mai sulla scelta del provider. Scegli fra Keliweb (italiano) o SiteGround (internazionale), i top dei top!

#19 | Qual è il migliore hosting per Siti Web❓

Vale il discorso precedente.

✅  Allo stesso modo e maggiormente, se consideriamo un progetto professionale, scegli fra Keliweb (italiano) o SiteGround (internazionale), i top dei top!

#20 | Quali software consigliate per lo Sviluppo Web❓

Dipende dallo sviluppatore e dal progetto da sviluppare.

✅  In short … se usi CMS, sicuramente e decisamente PHP.

#21 | Quanto chiedere ad un’azienda per la creazione di un Sito Web❓

Dipende tutto dagli skills offerti, dagli anni di esperienza e dalla tipologia imprescindibile del supporto offerto.

Tieni uno sguardo alle quotazioni di mercato standard ma solo tu, Professionista, puoi sapere quanto vali e quanto puoi dare al tuo Cliente.

✅  Il costo totale non è così discriminante perché, in fondo, l’Azienda può permettersi di ammortizzarlo nel tempo. Quello che fa la differenza e senza dubbio il saper dare al Cliente soluzioni e supporto tali per cui si senta sempre coccolato e fiducia e sicurezza nel suo investimento che sta facendo scegliendo te.

#22 | Quanto costa aprire un Sito Web❓

Domanda simile alla precedente.

✅  Ti rimando alla domanda #16 | Qual è il costo minimo per creare un Sito Web? per capire come implementarla correttamente.

#23 | Quanto costa far programmare un Sito Internet❓

A meno di particolari esigenze, mi sembra superflua attività.

Con la comodità dei CMS in giro per il mondo e con tutto il software di terze parti disponibile, realizzare un Sito Web anche articolato non richiede una programmazione da zero e a basso livello.

✅  In ogni caso, se la tua esigenza è questa, il costo è sicuramente orario qualora optassi per un freelance (quindi variabile e dipendente dal professionista) oppure a progetto, nel caso di Web Agency (quindi variabile o forfettario).

Topic Research: 17 domande (ricerche) su … WordPress

#24 | A che cosa serve il Sito Web WordPress❓

Curiosa questa domanda perché, di per sé non significa nulla ed è come dire -“A che cosa serve il Sito Web?

WordPress, sebbene sia eccezionalmente fondamentale e comunque un CMS importante, è e rimane “solo” uno strumento, una modalità per realizzare un Sito Web.

✅  Avallando quanto sopra e cercando di rispondere alla domanda in modo più generalista possibile, direi che un Sito Web, soprattutto oggi, è non UNO ma LO strumento imprescindibile che ogni Brand deve assolutamente avere in prospettiva di un mondo sempre più digitale e meno “umano“.

#25 | Che tipi di Siti Web si possono creare con Elementor❓

Quando sono nati i Siti Web, non esistevano strumenti ad hoc come Elementor. Il look-and-feel, il design e la UX (User eXperience) erano progettati su Adobe Photoshop e, successivamente, tagliati e montati come puzzle di immagini.

Il prodotto finale era statico, montato su tabelle (i CSS moderni non esistevano ancora) e scritto su base HTML, Ogni dinamicità, ogni blocco, ogni applicazione era poi programmata tramite porzioni di codice Java, Javascript, PHP, .NetFlash, ecc.

Insomma, ci volevano ALMENO, due figure professionali apposite e, questo, era un notevole problema per il Cliente che doveva, in ogni caso, rivolgersi alla Web Agency per qualsiasi attività.

Per la verità, qualcuno aveva già in essere, applicativi antesignani deiContent Management System” ma … erano davvero gli albori.

Quando, infine, nacquero i primi CMS, nacque anche l’idea di poter fornire a chiunque, la possibilità di agire sul proprio Sito Web anche conoscere o scrivere una sola riga di codice.

Come? Attraverso i tools chiamati WYSIWYG (What You See Is What You Get), poi, Visual Page Builder.

Oggi, quasi tutti i temi professionali per WordPress hanno al loro interno un compositore visuale di contenuti o, in taluni casi, ne sfruttano uno di terze parti.

Elementor è uno di questi.

Sviluppato da una società israeliana, in poco tempo è diventato il riferimento assoluto per la realizzazione di Siti Web Professionali WordPress.

I suoi punti di forza sono senza dubbio la facilità di utilizzo, la grande quantità di soluzioni a blocchi che offre gratuitamente e la possibilità di aumentarli con un servizio premium.

Compatibile con tutti i migliori temi come Avada e plugin come Yoast, non teme confronti né ha, potenzialmente, limitazioni.

✅  Con Elementor puoi, quindi, costruire qualsiasi tipo si Sito Web, purché sia su piattaforma WordPress.

#26 | Come creare un menu di navigazione su WordPress❓

I menu di navigazione sono parte integrante di WordPress stesso e dei temi che vengono usati come design per il Sito Web.

Più il tema è professionale e maggiormente permette e integra variazioni nel design come, ad esempio, il classico mega-menu.

Esistono anche numerosi plugin free o premium per realizzare menu di navigazione. Tuttavia non ne suggerisco l’utilizzo.

Per gestirlo basta cliccare nel menu che si trova a sinistra nella dashboard del backend di WordPress:

Aspetto -> Menu

Una volta li:

  • Clicca su “crea un nuovo menu” indicando un nome. Ad esempio MAIN per quello principale del Sito Web;
  • Dal box a sinistra, aggiungi pagine, articoli o collegamenti personalizzati;
  • Rinomina le voci perché prendono il nome dalla pagina/articolo di appartenenza e possono essere troppo lunghi
  • Assegna il menu alla posizione adeguata e suggerita che trovi in basso.

✅  Semplice no?! Ricorda che puoi anche decidere dove questo link deve essere aperto, ovvero il target che può essere _self (stessa finestra), _blank (nuova finestra) e modificare lo stile del menu intero o della singola voce.

#27 | Come posso imparare a creare Siti Web con WordPress❓

Esistono corsi su corsi e tanti sono anche validi. Tuttavia, nessuno mai ti preparerà ad affrontare tutte le problematiche che ti si presenteranno.

WordPress varia di continuo proprio perché è un CMS open source e, quindi, passibile di miglioramenti ed ottimizzazioni.

✅  Il mio consiglio, quindi, è sicuramente di iscriverti a qualche corso base che ti faccia capire il CMS e come usarlo. Dopodiché, creati un ambiente software (Apache, PHP, MySql) in locale e … installa, prova, sbaglia, cancella, riprova, ricomincia. Solo così potrai farti le ossa, imparare ed affrontare qualsiasi problema.

#28 | Come si fa a rendere veloce un Sito in WordPress❓

L’ottimizzazione di un Sito Web WordPress, passa attraverso una serie di attività che vanno dalla compressione e unificazione del codice HTML e CSS fino all’inserimento di particolari istruzioni nel file .htaccess.

Una procedura complessa e che, a volte, genera comunque problemi.

Per fortuna, per WordPress ci sono strumenti come i plugin che generano una cache ottimizzata; ve ne sono tanti, alcuni semplici ma poco efficaci, altri complessi e poi c’è lui: WP Rocket.

✅  Senza ombra di dubbio il miglior investimento che si possa fare per l’ottimizzazione del proprio Sito Web. Completo, semplice da usare e, soprattutto con un supporto garantito e veloce. Non ci credi? Prova a dare uno sguardo a questo articolo:

#29 | Cos’è Elementor e perché dovrei usarlo su WordPress❓

Domanda simile alla precedente.

✅  Ti rimando alla domanda #25 | Che tipi di Siti Web si possono creare con Elementor? per capire come implementarla correttamente.

#30 | Cos’è WordPress? Qual è il modo migliore di usarlo❓

WordPress è un CMS (Content Management System) ovvero uno strumento open source scritto in PHP e attraverso il quale è possibile creare un Sito Web senza (quasi) stilare righe di codice.

A questo ci pensano gli sviluppatori di temi e plugin.

Nato nel 2003 è cresciuto esponenzialmente diventando il numero uno assoluto, il più usato.

✅  Fermo restando che installarlo e configurarlo è piuttosto facile così come lo è installare temi e plugin, non farti ingannare. Richiede cura, manutenzione costante e, spesso, anche personalizzazioni a livello codice. In generale per usarlo correttamente, assicurati che l’ambiente su cui è montato (server/hosting) sia ottimizzato e cerca di non sovraccaricarlo troppo con centinaia di plugin (spesso inutili).

#31 | È meglio Webflow o WordPress per creare Siti Web❓

Prima di addentrarci nella risposta, è bene fare una piccola digressione per cercare di spiegare cosa sia Webflow (WordPress lo conoscono anche i muri).

In sintesi, Webflow è uno strumento creato per creare Siti Web. -“Ah, quindi come WordPress?”

No! A differenza dell’amato CMS, Webflow è un’applicazione online che può essere considerata un ibrido fra i website builder come Wix e quelli a gestione dei contenuti tradizionali come WordPress.

Inoltre non è gratuito e non è open source.

Cosa vuol dire questo? Bè, semplicemente che non puoi spostare il tuo Sito Web da un hosting ad un altro, che non hai libertà d’azione né tanto meno puoi realizzare tutti i Siti che vuoi con lo stesso strumento.

✅  Quindi meglio Webflow o WordPress? Già solo il fatto che pochi conoscano il primo e che per il secondo vi siano migliaia e migliaia di plugin e temi … dovrebbe suggerirti una risposta 🙂 Ancora no? Allora te la do io: WordPress tutta la vita.

#32 | Perché usare WordPress❓

Vediamo …

✅  … ah sì! Perché è gratuito, potente, supportato, coccolato, seguito, ottimizzato, versatile, unico … il numero uno! 🙂

#33 | Qual’è il miglior hosting di WordPress❓

Torniamo ad un discorso fatto in precedenza. Scegliere l’hosting corretto è quanto mai fondamentale per la realizzazione di un Sito Web Professionale e performante.

Occorre, quindi, investire su infrastrutture adeguate, certificate, veloci, sicure e supportate.

ATTENZIONE! Se pensi ad Aruba … vedila solo come località turistica e basta!!

Se poi sono anche ottimizzate per WordPress, allora il cerchio si chiude.

✅  Il mio consiglio, quindi, è sempre quello di affidarti a professionisti del settore ma, nel caso, lascia che ti dia un consiglio, non lesinare mai sulla scelta del provider. Scegli fra Keliweb (italiano) o SiteGround (internazionale), i top dei top!

#34 | Qual’è il migliore tra WordPress e Wix❓

Sempre in ottica di una realizzazione di Siti Web Professionali completi per i quali occorrono adeguate risorse come professionisti e investimenti economici, l’uso di piattaforme come Wix sono assolutamente da evitare come la peste.

Falsamente gratuito, sistema chiuso e marchiato, invalidante per l’autorevolezza di un Brand, può essere d’aiuto solo se le velleità di sviluppo web siano davvero nulle o minime.

✅  Di sicuro non la scelta che deve fare un’Azienda o un Professionista. Di nuovo, WordPress tutta la vita.

#35 | Qual’è il procedimento per creare un Sito WordPress❓

Consideriamo come “a posto” la questione dell’hosting ottimizzato per questo CMS.

I passi necessari per creare un Sito Web WordPress si possono riassumere così:

  • Accedi al tuo pannello di amministrazione server, solitamente cPanel (ad esempio) e crea un nuovo Database MySql;
  • Scarica l’ultima versione localizzata;
  • Accedi via client FTP alla tua area riservata e carica tutto il contenuto della cartella precedentemente caricata;
  • Apri il browser e richiama l’indirizzo del tuo Sito Web, ad esempio www.nomesito.it;
  • Segui, passo a passo, le istruzioni che WordPress ti suggerisce per completare l’installazione;
  • Inserisci, quando richiesto, il nome del tuo nuovo Database, lo username abbinato e la password poi, a seguire, il tuo indirizzo email, uno username amministratore e la sua password;
  • Termina l’installazione e accedi al backend per verificare che sia tutto OK.

Perfetto, hai installato WordPress. Ora devi caricare un tema professionale, sia la versione full che quella child che dovrai attivare e i plugin necessari al tuo progetto; sicuramente uno per l’ottimizzazione e la cache, uno per la SEO e uno per la sicurezza.

✅  Il tuo Sito Web WordPress è pronto ma … non è finito. Perché si possa definire tale, occorre lavorare sul look-and-feel per renderlo consono alla propria Brand Identity, creare i file .htaccess, robots.txt, humans.txt, sitemaps.xml, customizzare i CSS e, infine, customizzare il file functions.php. Insomma … molto lavoro ancora, ma l’essenziale è fatto.

#36 | Quali sono i migliori temi per WordPress❓

Ve ne sono talmente tanti che stabilire quale sia il migliore in assoluto è praticamente impossibile.

Tuttavia, sicuramente, la differenza possono farla alcune peculiarità come, ad esempio, la frequenza degli aggiornamenti, la versatilità e compatibilità e il supporto fornito.

Quello che mi sento di consigliarti assolutamente è di acquistare un tema professionale e certificato. NON scegliere MAI temi gratuiti, poco venduti o con scarso supporto.

✅  Cercando, comunque, di stilare una classifica in base alle mie esperienze e alle scelte fatte per me e i miei Clienti, ti suggerisco di valutare l’acquisto di uno di questi temi: Avada, BeTheme, Enfold e Brooklyn. Trovi qui la recensione:

#37 | Quali sono i tuoi plugin di WordPress preferiti❓

Al pari della questione tema per WordPress, anche per i plugin vale lo stesso discorso.

Ve ne sono migliaia tra gratuiti, freemium (ibridi) o premium.

Quelli che assolutamente non dovrebbero mancare, fossero standard sarebbe meglio per tutti, sono:

  • Yoast: il plugin SEO WordPress n. 1;
  • WP Rocket: il tuo Sito WordPress più rapido in pochi clic;
  • Wordfence: proteggi il tuo Sito Web con la migliore sicurezza di WordPress disponibile.

✅  Sono tutti plugin premium! Non che non vi siano plugin gratuiti e funzionali ma, anche qui, il discorso è legato sempre all’affidabilità, alla sicurezza ed al supporto che un software di terze parti dovrebbe garantire. Plugin non certificati, non garantiscono futuri update, possono essere usati per scopi illeciti e, in caso di problemi, non offrono un supporto adeguato. Inoltre ricorda … cerca di installare meno plugin possibili al fine di non appesantire il Sito Web.

#38 | Quali sono le differenze tra Wix e WordPress.org❓

Chiariamo una cosa; la domanda è errata.

Quella potenzialmente corretta dovrebbe essere “Quali sono le differenze tra Wix e WordPress.com?

WordPress.org non è nient’altro che la community online del pianeta WordPress. Trovi, documentazioni, plugin, temi, forum ecc.

Wix e WordPress.com, invece sono Website Builder Online, ovvero, strumenti per la creazione di Siti Web “facili“!

Perché “facili“, ti starai chiedendo. Bè, semplicemente perché non sono software potenti e professionali open source come i CMS ma permettono la creazione di Siti Web in modo rapido e gratuito … con l’inganno!

Se non hai velleità di creare un prodotto professionale, se vuoi spendere nulla e se ti sta bene accettare limitazioni e politiche interne, allora sicuramente sono prodotti per te validi.

A livello macroscopico, inoltre, non vi sono differenze sostanziali. I domini registrati non sono di primo livello, la banda disponibile è limitata, non si posso fare customizzazioni, non vi sono backup, non è possibile spostare il Sito su altro hosting ecc.

✅  Ti rimando, quindi, (per curiosità) sui rispettivi Siti Web dei servizi per ulteriori approfondimenti ma ricorda … non sottovalutare mai l’importanza di un Sito Web Professionale, soprattutto oggi, dove fungono da bene primario e necessario per qualsiasi azienda. Se vuoi approfondire, contattami.

#39 | Quali sono le migliori alternative a WordPress❓

Occorre fare una premessa. Esistono sviluppatori che non amano, a ragione, i CMS. Quindi se questa domanda fosse rivolta a loro, la risposta sarebbe ovvia.

Sviluppare da zero un Sito Web senza CMS si può ma non è pratica consigliata a nessun Cliente a meno che non abbia internamente un programmatore esperto in grado di scrivere e creare qualsiasi cosa. In termini economici … non proprio la soluzione migliore.

Non consideriamo i Website Builder Online, gratuiti ma limitati e limitanti, rimangono solo i CMS, dalle infinite potenzialità.

Lo abbiamo già detto, WordPress è il numero uno assoluto, lo dicono i numeri e, quindi, non ha alternative. Tuttavia, per curiosità, potresti provarne altri.

✅  Prima che WordPress (nato nel 2003) prendesse il sopravvento, andavano forte i CMS come Drupal (nato nel 2001), Joomla (nato nel 2005) e Magento (nato nel 2008) … tutti, poi, soverchiati dallo strapotere di WP. Se vuoi … provali 😉

#40 | Quanto costa un Sito WooCommerce❓

Dunque, vediamo …

Considera queste attività a pagamento:

  • Acquisto di un servizio hosting;
  • Acquisto di un tema professionale;
  • Acquisto di plugin professionali (Yoast, WP Rocket, Wordfence);
  • Acquisto di plugin premium per la gestione della fatturazione elettronica;
  • Acquisto (nel caso pi sfigato) di un’interfaccia hub che raccolga fatture dal tuo e-commerce al tuo gestionale online;
  • Configurazione del sistema;
  • Configurazione della piattaforma;
  • Configurazione SEO e sicurezza.

… e poi ci sono quelle gratuite:

  • Registrazione dominio (incluso il primo anno);
  • Installazione di WordPress;
  • Installazione di WooCommerce.

✅  A conti fatti … direi centinaia e centinaia di euro.

Topic Research: 5 domande (ricerche) su … Blog

#41 | Come posso aumentare la popolarità del mio Blog❓

In termini SEO, un Sito Web Professionale dovrebbe sempre avere un Blog interno.

Le solo pagine statiche e/o istituzionali, difficilmente saranno modificate nel corso del tempo e, dunque, un Sito Web potrebbe risentirne e perdere autorevolezza.

La realizzazione di un Blog, quindi, diventa necessaria al fine di generare contenuti dinamici, freschi, competenti e professionali.

Esistono attività e tecniche da seguire per scrivere un blog correttamente ma la rilevante, quella che garantisce o può garantire popolarità al Blog, è una sola.

✅  Scrivere sempre e tanto. Da qui in avanti, puoi poi pensare al resto delle attività come la condivisione social (piano editoriale di pubblicazione), guest post, backlinks ecc. La cosa importante, però, è che gli argomenti trattati siano esaustivi, professionali ed assolutamente in linea con il contenuto del tuo Sito Web. Solo così Google apprezzerà ed accrescerà l’autorevolezza del dominio del Blog e, quindi, del tuo Brand.

#42 | Come posso creare un Blog?❓

Un Blog, brutalmente parlando, non è nient’altro che un Sito Web privo di pagine istituzionali e dove ci sono solo articoli.

✅  Realizzare un Blog significa creare un Sito Web Professionale. Usa WordPress e sei a cavallo. Diverso il discorso su come scrivere un articolo di un Blog ma, questa, è altra storia.

#43 | Come posso migliorare il mio Blog❓

Domanda posta in maniera differente ma dallo stesso significato.

✅  Ti rimando alla risposta #41 | Come posso aumentare la popolarità del mio Blog?

#44 | Come si traccia il traffico del proprio Blog❓

Di nuovo, un Blog non è nient’altro che un Sito Web Professionale, quindi, qualsiasi attività legata alla Web Analytics viene espletata allo stesso modo.

✅  Usa e sfrutta la potenza di Google Tag Manager e Google Analytics.

#45 | Si può creare un Blog professionale con 10€❓

Hai detto Professionale?

Vuoi la risposta breve? NO!

✅  Vuoi la risposta lunga? NO!

Topic Research: 5 domande (ricerche) su … SEO

#46 | Come ottimizzare le immagini per Google e la SEO❓

Le immagini presenti su un Sito Web devono sempre essere studiate e pensate in corrispondenza del luogo dove saranno inserite e visualizzate. Se, quindi, sappiamo che la dimensione massima del blocco dove sarà caricata l’immagine è 800px, allora, questa, sarà anche la sua massima larghezza fisica.

In short: vietato il downscalig dinamico!!

Ed ora veniamo ad alcune considerazioni tecnico-pratiche:

  • Lo spazio colore delle immagini Web deve essere sRGB;
  • La dimensione fisica massima non deve mai superare quella del contenitore di inserimento;
  • Il peso non deve essere mai superiore ai 150kb;
  • La risoluzione deve essere 72 PPi;
  • Se e quando possibile, usa le trasparenze o formati vettoriali.

✅  Premessa fatta, creare un’immagine corretta, quindi, non è difficile. Lato SEO, poi, ci sono ancora due considerazioni importanti da fare. Il nome dell’immagine deve sempre contenere la chiave di ricerca legata all’argomento e, ovviamente, inerente al soggetto visivo implicito. Allo stesso modo, usa queste specifiche anche per scrivere gli attributi ALT e TITLE che NON DEVONO MAI MANCARE!!

#47 | Come posso migliorare la SEO del mio Sito Web❓

La SEO non è una formula matematica né tanto meno una formula magica o qualche cosa di empirico.

La SEO è un’insieme di attività che devono essere svolte in partenza ma che, a seguire, devono essere controllate, verificate, migliorate e corrette strada facendo.

Ti suggerisco il mio articolo pubblicato su SEMrush: La SEO non è magia. Ecco le regole delle 4 Parche!

Inoltre, la SEO, è soggetta a dinamiche e regole dettate da Google che, attraverso le variazioni costanti del proprio algoritmo, stravolge e ribalta l’andamento dei posizionamenti sulla SERP.

Diventa importante, quindi, tenere sotto controllo la volatilità della SERP stessa così come, diventa fondamentale fare una corretta analisi dello statu quo della propria SEO al fine di capire come poterla correggere, e migliorare.

A tal proposito, contattami e richiedi la SEO AUTO-CHECK3.

✅  Fare SEO Professionale, dunque, è un’attività complessa e delicata che solo grazie a tecnica e pazienza può portare al raggiungimento dell’obiettivo prefissato: il posizionamento in prima pagina sulla SERP di Google.

#48 | Meglio SEOZoom o SEMrush❓

Due splendide realtà professionali, due ottimi servizi.

✅  La differenza? SEOZoom lavora sulla SERP italiana, SEMrush anche su quella internazionale.

#49 | Quali sono i primi step per fare SEO su WordPress❓

Domanda analoga alla precedente.

✅  Ti rimando alla risposta #47 | Come posso migliorare la SEO del mio Sito Web?

#50 | Quali sono gli strumenti per verificare la SEO❓

Per prima cosa, usare strumenti professionali come SEOZoom o SEMrush è cosa buona e giusta.

Tuttavia, esistono anche altre attività che non sono propriamente elencate li e che difficilmente conoscerai.

Ecco perché, per i miei Clienti in essere o potenziali, ho creato un documento PDF interattivo in grado di permetterti, anche in autonomia, il controllo totale di tutte quelle attività legate alla buona SEO.

Il documento si chiama SEO AUTO-CHECK3 e indaga e lavora sui vari aspetti legati alla SEO di un Sito Web Professionale:

  • SEO ON-SITE;
  • SEO ON-PAGE;
  • SEO OFF-SITE.

✅  Puoi richiedere il documento come servizio premium, o semplicemente informazioni, dall’area contatti del Sito Web. Rimarrai sorpreso da quanto errori ci saranno o quanti miglioramenti si potranno fare 😉

Conclusioni

Ecco le 50 domande più gettonate nella Topic Research di Siti Web Professionali. C’è altro, molto altro e, per questo se vuoi o se hai bisogno, ti invito a parlarne con me.

Nel frattempo, spero di esserti stato d’aiuto 😉

Consigliato. 👍

SEO Tester Tool

Hai mai provato a verificafre lo stato di salute della SEO del tuo Sito Web?
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Gian Luca Partengo

Gian Luca Partengo

Professionista del Web e del Marketing da oltre 20 anni. Ha lavorato per importanti Agenzie e Aziende italiane e ha creato e seguito passo a passo il Brand di numerosi Clienti. Oggi sviluppa progetti altamente professionali a partire da un'analisi sullo stato di salute di un Sito Web e della sua SEO Organica, fornendo anche consulenza a privati e aziende.

SEO Tester Tool

Verifica GRATIS la salute della SEO del tuo Sito Web!