Facebook noscript Pixel

Hotjar. Che cosa è e perché dovresti usarlo per capire i tuoi utenti.

Hotjar è una suite di strumenti di analisi che permettono di raccogliere dati qualitativi e capire il comportamento dei tuoi utenti online.
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Categorie

Hotjar. Che cosa è e perché dovresti usarlo per capire i tuoi utenti.
Cosa troverai in questo articolo

Hotjar è una suite di strumenti di analisi che permettono di raccogliere dati qualitativi e capire il comportamento dei tuoi utenti online. Vediamo insieme che cosa è e perché dovresti usarlo.

Quando vogliamo analizzare i dati oggettivi e numerici di ogni interazione avvenuto sul nostro Sito Web, allora sicuramente ci possiamo affidare a strumenti come Google Analytics o SEMrush.

Tuttavia, questi, ci “raccontano” solo di dati quantitativi (numerici) e non riferiti alla qualità dei comportamenti. Hotjar, strumento potentissimo, risolve il problema.

Cos’è Hotjar?

Come detto prima, Hotjar è una suite di strumenti di analisi che permettono di raccogliere dati qualitativi e capire il comportamento dei tuoi utenti online.

Integra strumenti di analisi come le Heatmaps (mappe di calore), Recordings (registrazione comportamento utenti), Conversion Funnel (imbuti di conversione) e molto altro.

Per essere precisi, queste tecnologie non sono nuove al Web ma, mentre prima occorrevano più strumenti dedicati come UserTesting, Clicktale, Crazyegg e Qualaroo, per citarne alcuni, adesso tutto è al posto giusto ed in un unico luogo.

Se non è comodità questa … 😉

Come si accede ad Hotjar?

Hotjar è online ed è raggiungibile a questo indirizzo https://www.hotjar.com/. Una volta raggiunto il Sito Web, e previa lettura della home, puoi testare il servizio tranquillamente sfruttando il piano TRY IT FREE, limitato ma sufficientemente potente ed utile.

Hotjar | Schermata di benvenuto | TRY IT FREE 

Quali sono i servizi offerti da Hotjar?

Sono molti e tutti strumenti di analisi interessanti e potenti. Vanno dalla generazione di Heatmaps (mappe di calore), Recordings (registrazione comportamento utenti), Conversion Funnel (imbuti di conversione), Incoming Feedback (moduli di contatto), fino ai classici Feedback Polls (sondaggi a domanda singola) e Surveys (sondaggi a domande multiple).

Hotjar | Strumenti di analisi 

Heatmaps (mappe di calore)

Questo tool aiuta a visualizzare e comprendere il comportamento dei tuoi utenti sul tuo Sito Web attraverso una grafica che mostra visivamente click e scrolling (scorrimento). Fantastica l’opzione di visualizzazione della mappa in funzione del dispositivo utilizzato, desktop, mobile, tablet.

Hotjar | Heatmaps (mappe di calore) 

Recordings (registrazione comportamento utenti)

Attraverso questo strumento puoi osservare cosa vedono e fanno i tuoi utenti. Visualizzando click, tap e i movimenti del mouse, è possibile identificare, immediatamente, gli eventuali problemi di usabilità o strutturali che ci sono.

Hotjar | Recordings (registrazione comportamento utenti) 

Conversion Funnels (Imbuti di conversione)

Perché gli utenti lasciano il Sito? Dove vanno? Grazie a questo tool potrai avere le maggiori opportunità per migliorare la permanenza sul tuo Sito Web e diminuire la frequenza di rimbalzo.

Hotjar | Conversion Funnel (imbuti di conversione) 

Incoming Feedback (moduli di contatto)

Cosa c’è di meglio che avere un feedback visivo istantaneo? Attraverso questo strumento di analisi puoi dare ai tuoi visitatori un modo semplice e veloce e visivo per indicare ciò che hanno apprezzato o no e al contempo capire dove intervenire.

Hotjar | Incoming Feedback (moduli di contatto) 

Feedback Polls (sondaggi a domanda singola)

Migliorare le prestazioni e l’esperienza del tuo Sito Web passa necessariamente attraverso la comprensione di ciò che i tuoi visitatori desiderano e del perché non riescono a raggiungerlo. Chiedere, anche in modo specifico, è un’ottima strategia.

Hotjar | Feedback Polls (sondaggi a domanda singola) 

Surveys (sondaggi a domande multiple)

Per conoscere meglio il tuo pubblico puoi realizzare dei sondaggi reattivi usando un semplice editor. Le risposte possono essere raccolte in tempo reale e, allo stesso modo, puoi creare un link apposito per distribuire il sondaggio via email o sfruttare l’opzione exit-intent per farlo comparire non appena l’utente cerca di abbandonare il Sito.

Hotjar | Surveys (sondaggi a domande multiple) 

Come si integra Hotjar sul Sito Web?

Come per ogni nuova applicazione, anche Hotjar necessita di alcuni passi fondamentali: registrazione, generazione di un codice, implementazione e verifica del codice stesso.

#01 Crea un account su Hotjar

Per prima cosa è necessario (ovviamente) registrarsi magari partengo dal piano BASIC (gratuito) studiato per un uso personale con 2,000 pageviews/day e che ti permette quasi tutte le funzionalità della versione PLUS.

Vengono chiesti Nome Completo, e-mail, password, URL del Sito Web, tipologia del Sito Web e se operi per conto terzi o se il progetto è personale.

Hotjar | Registrazione account utente e Sito 

#02 Genera il Tracking Code

Compilato debitamente il tutto, Hotjar ti presenta (in automatico) la schermata iniziale della dashboard, dove trovi il Tracking Code (codice di monitoraggio) da inserire sul tuo Sito Web.

Hotjar | Tracking Code (codice di monitoraggio) 

#03 Installa il Tracking Code sul tuo Sito Web

Al fine di un corretto funzionamento, il Tracking Code generato, adesso, deve essere installato sul tuo Sito Web e poi verificato tramite la comoda opzione che trovi su Hotjar.

Puoi installare il codice in due modi: incollandolo direttamente sul Sito Web o usando Google Tag Manager.

Tracking Code installato sul Sito Web

Questa è un’opzione che decisamente non ti raccomando. Primo perché, in ogni caso, mi auguro tu abbia Tag Manager attivo e, quindi, sarebbe sciocco non usarlo. In secondo luogo perché installarlo sul Sito Web è pratica da fare solo e se si usa un plugin come Header and Footer Scripts che permette in modo non invasivo di “iniettare” codici su WordPress.

Tracking Code installato su Tag Manager

Questa è l’opzione senza dubbio migliore e più pulita ma richiede un account Google Tag Manager attivo (cosa che mi auguro vivamente).

Una volta avuto accesso a Tag Manager, clicca su TAG e poi NUOVO. Cerca Hotjar come servizio (Google è intelligente e lo ha già incluso) ed inserisci l’ID del tuo Sito Web generato in Hotjar.

A differenza del primo metodo, qui non devi incollare il Tracking Code ma solo l’ID.

A questo punto, salva e pubblica l’Area di Lavoro di Tag Manager.

Hotjar | Tracking Code su Google Tag Manager 

#04 Verifica il Tracking Code sul tuo Sito Web

Ok, hai appena creato un account Hotjar, installato il Tracking Code sul tuo Sito ed ora non ti rimane altro che verificarlo.

Allo stato attuale, infatti, Hotjar sul suo Sito Web, ti dirà che il codice non è stato ancora verificato e, quindi, tutti i servizi non potranno essere ancora abilitati.

HotJar Verifica 

Per verificarlo, quindi, ti basterà cliccare sul pulsante VERIFY INSTALLATION e, se tutto sarà andato a buon fine, ti comparirà una schermata di conferma.

Hotjar | Tracking Code (codice verificato) 

Ancora dubbi su Hotjar?

Credimi, è molto più facile a farsi che a dirsi! Questo è un servizio top, di quelli da avere e usare costantemente ma, qualora fossi ancora in dubbio, voglio aggiungerti altre piccole considerazioni:

  • Avere singolarmente tutto quello che ti offre Hotjar richiederebbe un esborso economico non indifferente. Lui ti permette di usufruire di queste tecnologie in modo gratuito o, comunque, ad un prezzo incredibile!
  • 30 secondi sono il tempo medio per attivare qualsiasi servizio comprese le Heatmaps.
  • Gode di un’eccellente assistenza.

Conclusioni

Capire gli utenti, oggi, può fare la differenza fra un Sito Web che funziona e uno che non ha successo. L’interazione è sempre più dinamica e viaggia per contenuti semantici dove i comportamenti sono discriminanti.

Quindi, sapendo che esistono strumenti di analisi comportamentale come questi, perché non usarli?

Lascio a te la tua personale risposta ma, nel caso, riflettici bene.

Buon business 😋 … a presto e grazie.

SEO Tester Tool

Hai mai provato a verificafre lo stato di salute della SEO del tuo Sito Web?
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Gian Luca Partengo

Gian Luca Partengo

Professionista del Web e del Marketing da oltre 20 anni. Ha lavorato per importanti Agenzie e Aziende italiane e ha creato e seguito passo a passo il Brand di numerosi Clienti. Oggi sviluppa progetti altamente professionali a partire da un'analisi sullo stato di salute di un Sito Web e della sua SEO Organica, fornendo anche consulenza a privati e aziende.

SEO Tester Tool

Verifica GRATIS la salute della SEO del tuo Sito Web!