Facebook noscript Pixel

Facebook Marketing. Quale contenuto utilizzare?

Partiamo dal presupposto che, oggi, per te che sei un Professionista o per te che hai un'Azienda, non essere presente sui Social significa semplicemente darsi la zappa sui piedi (mani in questo caso) da solo, un pochino come possedere una bella auto ma non avere benzina per metterla in moto.
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Categorie

Facebook Marketing. Quale contenuto utilizzare?
Cosa troverai in questo articolo

[Partiamo dal presupposto che, oggi, per te che sei un Professionista o per te che hai un’Azienda, non essere presente sui Social significa semplicemente darsi la zappa sui piedi (mani in questo caso) da solo, un pochino come possedere una bella auto ma non avere benzina per metterla in moto.

Certo, fare Social Marketing sta diventando quasi una scienza e come questa considerazione oggettiva lo è anche quella, tale per cui, le analisi indicano ancora troppa gente ignara dell’utilizzo completo di un Social, di cosa sta facendo li sopra e delle azioni che intraprende.

Esiste un pubblico passivo, quelli che osservano e che non agiscono, quelli amanti del link veloce, e quelli che, pur di commentare, scrivono testi insensati. Questi, in un’analisi accurata, diventano fuorvianti numeri ed quindi necessario approfondire in modo dettagliato la questione al fine di poter gestire al meglio.

Insomma, il popolo che usa i Social è variegato e variopinto come e più di quello “reale“.

Diventa chiaro, dunque, che pensare ad una Strategia Marketing sia imprescindibile da qualsiasi considerazione analitica e, altresì, non deve essere strettamente correlata ai meri numeri di un report.

Basarsi unicamente su questi, vorrebbe dire procedere non in modo soggettivo e analitico ma cavalcare l’onda senza avere la giusta tavola.

Inoltre, in tutto questo, vi è da tener conto dell’Intelligenza dei Social che opera e lavora secondo le stime e, quasi, inconsciamente, devia il flusso delle nostra azioni in maniera velata.

Ad esempio, i commenti su Facebook sono azioni che hanno il minor numero di conversioni? Ecco che il Big Blue corre ai ripari facendoci comparire la possibilità di scrivere ogni qualvolta generiamo una reaction (stimolo visivo).

Quindi Azione che genera possibile azione parallela; tutto per riequilibrare i numeri.

Bene, scommetto che quello che adesso sta stimolando la tua curiosità e sapere, infine, quale sia il trend migliore da “seguire” per generare un Social Media Marketing efficace e di qualità.

SEMrush dice: -“Questo è il primo stimolo per mantenere vitali i follower di una pagina su Facebook e garantire interazioni significative con il brand. Un’azienda può investire molte risorse tra post sponsorizzati e Facebook Ads, ma se prima non si preoccupa di creare un contenuto unico e coinvolgente, in linea con le reali necessità del proprio target, non otterrà mai i risultati che spera.”-

Ottimo, e quindi? Ci viene in aiuto una loro recente indagine su Facebook che ha, infatti, evidenziato quale sia il trend attuale. Per chi fa Social Marketing quanto emerso potrebbe essere molto interessante ma, come detto sopra, non deve essere una “pista di atterraggio” bensì una per il “decollo“.

L’analisi ha coinvolto 10.000 mila profili aziendali, di cui 80% italiani avendo come obiettivo, la ricerca della migliore interazione (reaction, share, comment) date le diverse tipologie di post: status, link, Photo, Video, event, note.

SEMrush Analisi contenuti Facebook SEMrush Analisi contenuti Facebook 

Bene. I risultati, come puoi vedere, sono incredibili e da loro cosa possiamo dedurre? Ma semplice …

  • L’engagement dei post video è altissimo rispetto ad ogni altra interazione;
  • Gli status hanno pochissime condivisioni;
  • I post con i link ottengono più commenti;
  • I post con i video sono i più condivisi;
  • Sconsigliate, per obiettivo notorietà, azioni come eventi e note, poco virali;
  • Se il tuo obiettivo è stimolare commenti allora usa lo status.

Alla luce dei risultati di questa analisi è chiaro come le attività video non solo la facciano da padrone ma anche quanto debbano diventare parte integrante di una Strategia Marketing; tuttavia, per la tua Azienda, può diventare un’attività pericolosa. L’elevato costo di produzione e l’eventuale scarsa realizzazione potrebbero danneggiare l’immagine del tuo Brand.

In conclusione, strizza l’occhio a nuove possibili strategie ma senza dimenticarti che la strada giusta da percorrere è sempre quella soggettiva perché le tue esigenze sono solo tue e, in base a ciò, è essenziale che tu capisca e possa scegliere il formato giusto per il tuo contenuto, indipendentemente dai numeri.

SEO Tester Tool

Hai mai provato a verificafre lo stato di salute della SEO del tuo Sito Web?
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Gian Luca Partengo

Gian Luca Partengo

Professionista del Web e del Marketing da oltre 20 anni. Ha lavorato per importanti Agenzie e Aziende italiane e ha creato e seguito passo a passo il Brand di numerosi Clienti. Oggi sviluppa progetti altamente professionali a partire da un'analisi sullo stato di salute di un Sito Web e della sua SEO Organica, fornendo anche consulenza a privati e aziende.

SEO Tester Tool

Verifica GRATIS la salute della SEO del tuo Sito Web!